fbpx
prodotti-tipici-italiani-stracciatella-pugliese-Prodotti-Gustosi

Prodotti tipici italiani : la stracciatella pugliese

La stracciatella pugliese è una specialità casearia tipica della produzione pugliese, costituita da morbide strisce di pasta filata e panna. Questa specialità può essere consumata fresca o utilizzata per accompagnare insalate, primi piatti o pizze gourmet senza bisogno di essere condita, grazie al suo gusto estremamente lattiginoso.

La stracciatella di bufala è un formaggio prodotto con latte di bufala italiano nella provincia di Foggia e viene realizzata utilizzando una tecnica di filatura della pasta filata e grazie alla cosidetta triturazione.

Stracciatella pugliese: la storia

La stracciatella pugliese è un formaggio tipico pugliese originario dell’altopiano delle Murge, una pasta fresca filata dal sapore leggermente acidulo ma delicato. Pur essendo un prodotto tipico della Puglia, la stracciatella è conosciuta anche in altre regioni meridionali, in particolare Campania, Molise e Basilicata, dove viene preparata principalmente con latte vaccino.

Questa squisita specialità pugliese è composta da strisce di mozzarella di alta qualità (di bufala o di vacca) e panna fresca. La mozzarella viene infatti “tagliata” a mano creando filamenti irregolari che vengono poi mescolati alla crema di latte.
La stracciatella pugliese nasce agli inizi del Novecento, quando la popolazione rurale per cercare di fronteggiare una grave crisi economica, si trovò nella sfortunata condizione di reinventarsi e, come spesso accade in questi casi, la necessità divenne virtù. Sono stati infatti riutilizzati tutti i prodotti caseari, in particolare i residui della pasta filata utilizzati per la lavorazione della burrata che sono stati successivamente impastati con la panna, dando così vita a questo gustoso formaggio cremoso molto spesso principe della cucina pugliese e non.

La preparazione della stracciatella pugliese

La stracciatella pugliese viene prodotta in qualsiasi periodo dell’anno anche se sono in molti a dire che i mesi tra la primavera e l’estate sono i mesi più gettonati per ottenere un prodotto di ottima qualità. E’ un formaggio fresco a pasta filata, di colore bianco, che si produce tutto l’anno, ma si ritiene che da il meglio di sé durante i mesi primaverili ed estivi. 

Come viene fatta la stracciatella pugliese

La stracciatella è composta da piccoli brandelli, da qui il suo nome, che è un diminutivo di straccia (“straccio” o “straccio”) che significa “un piccolo brandello”. La stracciatella pugliese è insolita in quanto le mandrie di bufali ei formaggi che ne derivano sono molto più diffusi sul versante occidentale dell’Appennino laziale e campano ma oramai è diventato un prodotto tipico famoso in tutta Italia e anche nel mondo. 

Nella realizzazione della stracciatella pugliese si parte dalla mozzarella che deve essere rigorosamente di bufala. Solitamente viene utilizzata la treccia di bufala in modo che quando si comincia a tagliare per la lunghezza si realizzano degli straccetti abbastanza uniformi. Dopo la stracciatura, i filamenti vengono immersi in o nel latte oppure nella panna con un pizzico di sale per aumentare leggermente la sapidità della stracciatella pugliese.

Viene lasciata in immersione per circa 6 ore in modo da permettere agli straccetti di assorbire al meglio il liquido in cui sono immersi. Una volta passato questo tempo la stracciatella pugliese è pronta per essere gustata.

Ricette con la stracciatella pugliese

La stracciatella pugliese è un prodotto molto versatile in cucina e può essere utilizzato veramente in qualunque piatto. Molti pensano che possa adattarsi solo ai primi piatti come la pasta con stracciatella e pomodorini freschi oppure una pasta con stracciatella pugliese e verdure saltate ma in realtà è adatta anche per altri piatti. Si possono realizzare delle buonissime torte salate con la stracciatella pugliese e anche dei secondi al forno o come antipasto. Ovviamente la stracciatella pugliese sta benissimo anche su una bella pizza