fbpx

La mozzarella di bufala campana: tipologie forme e pezzature

La mozzarella di bufala è uno dei prodotti più tipici della Campania. Questo formaggio ha un sapore così unico da meritare l’appellativo di “oro bianco”. Approfondiamo la conoscenza di questa specialità, scopriamo com’è fatta e tante altre curiosità che ruotano attorno a questo alimento famoso in tutto ilmondo. Assaporiamo il suo gusto autentico, avvalendoci del prezioso aiuto dei venditori più famosi, ovvero Prodotti Gustosi.

Prodotti Gustosi da sempre porta nelle case degli italiani la vera mozzarella di bufala in tutte le sue forme e di altri prodotti tipici campani online.

Cos’è la Mozzarella di Bufala?

La mozzarella di bufala è un tipo di formaggio prodotto, come è facile intuire dal nome, con latte di bufala. È ben diversa dal Fior di Latte, un altro tipo di mozzarella che invece viene prodotta con latte vaccino . Originaria della regione Campania, questa famosa specialità appartiene alla categoria dei formaggi a pasta filata, preparati riscaldando la cagliata che, in questo modo, diventa elastica. Ciò consente al casaro di lavorarlo, regolando la forma e le dimensioni della pasta. 

Sebbene sia disponibile in diverse forme, la mozzarella di bufala più classica è rotonda di un invitante colore bianco. Per comprendere appieno il valore di questo capolavoro culinario è necessario addentarlo: questo provoca la fuoriuscita di una grande quantità di latte, generando un’esplosione di sapore in bocca

Come viene prodotta la Mozzarella di Bufala

Vediamo quindi i passaggi necessari per la produzione della mozzarella di bufala. A tal proposito va ricordato che un procedimento molto simile viene utilizzato anche per l’altro tipo di Mozzarella, il Fior di Latte.

Il latte fresco di bufala viene trasportato al caseificio e stoccato in silos di acciaio, dai quali viene successivamente travasato in apposite caldaie. Utilizzando queste caldaie in acciaio, il latte viene gradualmente riscaldato ad una temperatura che può variare da 33 ° C a 39 ° C.Al latte vengono aggiunti caglio naturale di vitello e innesto di siero di latte. Questo porta alla sua coagulazione e alla formazione della “cagliata” .

Successivamente la cagliata viene frantumata in pezzi non più grandi di una noce. La parte liquida, il siero di latte, verrà utilizzata per la produzione della Ricotta di Bufala. La cagliata si acidifica nel siero per alcune ore (processo di maturazione). Viene poi tagliato a listarelle, sminuzzato e posto in appositi contenitori detti filatrici o spinner.

Nelle centrifughe viene poi versata acqua bollente a 100°C. Il loro contenuto viene poi miscelato con un bastoncino, portando alla formazione di una pasta uniforme detta filatura.

La mozzarella di bufala prende forma attraverso la formatura: un procedimento eseguito a mano o a macchina. La mozzatura avviene quando la pasta, sottoposta a trazione, viene mozzata o strappata. I pezzi di mozzarella di bufala vengono poi posti in apposite vasche riempite d’acqua, all’interno delle quali si raffreddano e si induriscono. Infine avviene la salatura.

Le forme e le tipologie della Mozzarella di Bufala

La mozzarella di bufala Campana DOP viene prodotta e commercializzata in diverse forme:

  • Perline
  • Ciliegini
  • Bocconcini di mozzarella di bufala 

Queste sono tutte mozzarelle tonde di dimensioni e peso variabili. Quest’ultima può superare il mezzo chilo nel caso della Mozzarella di Aversa.

  • Nodini
  • Treccia di mozzarella

 La mozzarella intrecciata, il cui peso può raggiungere i tre chili è di colore bianco latte e la sua buccia è sottile e liscia.

Abbiamo anche la mozzarella affumicata di bufala che si caratterizza per il processo di affumicatura che ne influenza fortemente il sapore: consiste nell’esporre il formaggio al fumo prodotto dalla combustione della paglia o dell’alloro .
La forma di questo tipo di Mozzarella è rotonda, la sua buccia è sottile, il colore esterno è marrone/ambra, mentre l’interno è bianco.